Fabiana Dadone, ha partecipato alla giornata di apertura dell’evento “IMPOSSIBILE 2022"

19 maggio 2022

Stamane, presso l’Acquario Romano, il Ministro per le Politiche Giovanili, Fabiana Dadone, ha partecipato alla giornata di apertura dell’evento “IMPOSSIBILE 2022-Costruire il futuro di bambine, bambini e adolescenti, organizzato da Save the Children.


L’evento, articolato in 4 giorni, dal 19 al 22 maggio, è un’importante occasione di ascolto e confronto tra le istituzioni e i giovani insieme a rappresentanti del mondo della cultura e dell’accademia, organizzazioni del terzo settore e persone che operano quotidianamente per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Nell’evento sono coinvolti più di 500 ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia impegnati, sia a livello locale che nazionale, a realizzare azioni di sensibilizzazione e di cittadinanza attiva nel campo dell’informazione insieme alla redazione under 25 di Change the Future, un web-magazine nato per creare comunità e dare forza alla voce dei giovani.


“I giovani hanno sofferto più di altri le conseguenze della crisi pandemica” afferma il Ministro Dadone “sia in termini economici che emotivi. Hanno visti interrotti i loro percorsi di crescita ed emancipazione, sospese le loro legittime ambizioni, ed è per questo che è importante stimolare ogni momento di ascolto delle istituzioni con le nostre ragazze e i nostri ragazzi “. “E’ per questo motivo” continua il Ministro “che ho fortemente voluto sostenere l’iniziativa Movimento Giovani di Save the children perché si inserisce perfettamente, nel quadro dell’Anno europeo dei giovani, nel più ampio percorso di dialogo instaurato con i giovani anche attraverso la campagna NEET Working Tour che proprio in queste settimane ha visto la nostra presenza nelle piazze di tante città – compreso lo skate park di Ostia dove sono in programma gli eventi del 21 e 22 maggio- per intercettare e coinvolgere i giovani, far sentire loro che le istituzioni sono vicine e in ascolto, anche quando ci sono delle voci critiche”.

Torna all'inizio del contenuto