Il Ministro Fabiana Dadone ospite del nuovo polo logistico ad alto contenuto tecnologico di YOOX

20 settembre 2021

“Si parla spesso di globalizzazione, di come abbia cambiato la vita delle persone, con risvolti positivi e negativi. Io credo che la globalizzazione aiuti le imprese, dalle più piccole alle più grandi nel dialogare col mondo, nel favorire l’export e la diffusione non solo di un prodotto, ma anche di un modello di vita e di sostenibilità”.

Con queste parole oggi il Ministro per le Politiche Giovanili Fabiana Dadone, ha commentato a margine della visita presso il nuovo polo logistico di YOOX - Net a porter a Landriano (PV). 

“Il 50% della forza lavoro è U35 - continua il Ministro - tra questi, ho conosciuto Gaja, 23 fashion stylist assistant , che sta vivendo a pieno la sua esperienza lavorativa all’interno del polo logistico. Una struttura tecnologicamente avanzata che vanta un ciclo virtuoso di efficienza organizzativa ed energetica”.

YOOX NET-A-PORTER, azienda italiana leader di settore, ha investito in un unico hub gestirà tutta la clientela di NET-APORTER e di MR PORTER, raddoppiando la loro attuale capacità dell’inventario. Il polo logistico da 47 milioni di euro rappresenta uno degli investimenti più significativi di YOOX NET-APORTER sul suolo italiano in 20 anni di logistica e innovazione, ed è un componente chiave del piano di
business a lungo termine.

L’hub di Landriano è sviluppato su un totale di 54.000 mq di cui 6.000 mq dedicati esclusivamente alla produzione digitale.

Insieme al Ministro Fabiana Dadone, ha preso parte al tour guidato della struttura, Alessandra Todde, Viceministro dello Sviluppo Economico, accompagnate da alcuni vertici di YOOX NET-A-PORTER tra cui Geoffroy Lefebvre, CEO, Alison
Loehnis, President of Luxury & Fashion, e Mirko Nobili, Global Director of Operations.

Torna all'inizio del contenuto