Fabiana Dadone partecipa al premio ANGI.

27 giugno 2022

"C’è una grande parte di ragazzi che hanno voglia di lavorare, di investire su di sé, ma che si vede offrire dei contratti inaccettabili, con livelli stipendiali o salariali che sono imbarazzanti. Poi ci sarà sicuramente una parte di giovani che non ha voglia, e necessità, di lavorare, ma quello che dobbiamo fare è far sì che tutti abbiano la possibilità di lavorare e di farlo a livello contrattuale e salariale giusto". Questo il commento del Ministro Fabiana Dadone, a margine dell'incontro organizzato dall'ANGI svolto a Palazzo Mezzanotte.

"L’innovazione conta tantissimo, perché ha aiutato a cambiare anche i mestieri tradizionali - continua il Ministro - l’importanza ora è far capire ai più giovani questo cambiamento in mondi come quelli dell’artigianato o dell’agricoltura che si sono evoluti tecnologicamente. Ma anche come il digitale non sia più soltanto il mondo del pc e che fa parte di ogni ambito della quotidianità e del lavoro".

Torna all'inizio del contenuto