DADONE: "Più che raddoppiato il fondo per le politiche giovanili".

4 agosto 2021

“La pandemia ha colpito i giovani più di ogni altra categoria sociale, per questo ho voluto che si aumentasse in maniera consistente, per una somma di 35 milioni, il fondo per le politiche giovanili 2021”.

Con queste parole il Ministro delle Politiche Giovanili Fabiana Dadone plaude all’incremento del fondo per contrastare i fenomeni di disagio giovanile.

“Quello passato, è stato un anno molto difficile per i nostri giovani, i progetti faranno da volano ad azioni di rilancio sociale, attraverso la promozione di interventi che offrano percorsi di crescita, partecipazione e inclusione - continua il Ministro – dobbiamo dare risposte a livello di sistema territoriale, sostenendo le tematiche dell’educazione, dello sport e del sociale”.

“Oggi la Politica ha dato prova eccellente lavoro – sottolinea il Ministro - l’intesa raggiunta con le regioni e gli enti locali ha permesso di raddoppiare i finanziamenti destinati al fondo per il contrasto al disagio giovanile post- Covid”.

“In particolare, gli interventi devono essere volti a rafforzare le azioni di contrasto ai fenomeni di disagio, attraverso la promozione e il supporto di centri di aggregazione giovanile, nonché opportunità di supporto psico-fisico, mediante l’organizzazione di laboratori artistici e musicali e l’accesso, gratuito e libero, delle attività sportive sul territorio”. Conclude il Ministro Fabiana Dadone.

Il fondo sarà suddiviso per il 51% tra regioni, comuni e province, e il restante 49% sarà gestito direttamente del Dipartimento per le politiche giovanili.

Torna all'inizio del contenuto