AL VIA NUOVO BANDO DEL SERVIZIO CIVILE PER LA SELEZIONE DI 756 OPERATORI VOLONTARI

21 giugno 2021

Pubblicato oggi il nuovo bando per la selezione di 756 operatori volontari da impiegare nei progetti di servizio civile per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili presentati dagli enti al Dipartimento per le politiche giovanili.

Si tratta di progetti le cui attività di assistenza e accompagnamento sono rivolte esclusivamente ai soggetti che ne hanno diritto ai sensi dell’art. 1 della legge n. 288/2002 e dell’art.40 della legge n. 289/2002. 

Per la Ministra Dadone si tratta di un ambito molto delicato,    "i giovani sono chiamati a dare un contributo significativo e concreto al tema delle pari opportunità svolgendo un’azione di forte impatto sociale" - dichiara il Ministro -  "data la specificità dei progetti i ragazzi che vi partecipano dimostrano interesse, attitudine e una forte sensibilità al tema dell’accompagnamento".

Le attività di progetto dovranno essere svolte presso gli assistiti al fine di assicurare loro un valido supporto nelle varie incombenze della vita quotidiana.

I progetti hanno una durata di 12 mesi, con un orario di servizio pari a 25 ore settimanali e comunque un monte ore annuo di 1.145 ore. Alcuni progetti hanno una riserva di posti dedicati ai giovani con minori opportunità (in particolare bassa scolarizzazione e difficoltà economiche), altri prevedono anche un periodo di tutoraggio.

Possono partecipare alla selezione i giovani in possesso dei requisiti di cui all’art. 2 del bando, secondo le condizioni specificate e ciascun giovane, a pena di esclusione dalla procedura, può presentare una sola domanda di partecipazione al bando e per un solo progetto.

Gli aspiranti operatori volontari dovranno produrre domanda di partecipazione, esclusivamente attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it entro e non oltre le ore 15:00 del giorno 30 luglio 2021.

Ciascun operatore volontario selezionato sarà chiamato a sottoscrivere con il Dipartimento un contratto che fissa, tra l’altro, l’importo dell’assegno mensile per lo svolgimento del servizio in € 439,50, corrisposto direttamente dal Dipartimento.

Torna all'inizio del contenuto